Intervista a Olivia Teragni ideatrice del progetto Silent Generation

E’ stato presentato, con successo, nel pomeriggio di domenica 19 a Villa Novate, CROSSROADS, un gruppo nutrito di artisti che si è unito per un progetto artistico di libera creazione espresso attraverso performances, proiezioni interattive, teatro dal vivo, installazioni, opere pittoriche, artigianato del ferro e del vetro, prendendo spunto dai 4 elementi con le opere di Massimiliano Bertuzzi [FUOCO], Alessio Ceruti [ACQUA], Simone Crestani [ARIA], Daniele Sozzi [TERRA], Mondo, alias Edmondo Zanolini (artista già famoso per avere lavorato con Marina Abramovic e Micheal Laub), Massimo Lodigiani, Francesco Summo e Nicola Bellotti. Crossroads ha voluto battezzare la nascita di Silent Generation, il cui scopo è creare proprio a Piacenza un centro d’arte contemporanea in tutti i settori artistici: pittura, scultura, installazioni, land art, arti audiovisive, teatro, letteratura ed artigianato ma non solo. Il progetto mira a creare in un epoca di forte disagio e mancanza di obiettivi comuni nuovi spazi sinergici e di confronto per gli artisti, di viva cultura e promozione, con attività estese a ricerche, banche dati, pubblicazioni, convegni, workshop, spettacoli teatrali, mostre virtuali e progetti integrati come residenze per artisti, con lo scopo di fare comprendere che l’arte può diventare interattiva e attività di forte aggregazione giovanile.

Foto: Giovanna Teragni.