Le foglie, quando è il momento, cambiano colore, si staccano dall’albero e si affidano al vento per trasformarsi in qualcosa di nuovo. Ecco perché “le Foglie” sono finite in via Roma. Al 204, per la precisione. Per entrare meglio nel fantastico mondo di Alessandra Santelli e Giulia Pintus, due frangette e quattro occhietti furbi, siamo andati a trovarle proprio lì, nel quartiere più colorato della nostra città.

11043235_918411798211738_3995598751137096715_n

Avete allestito un laboratorio artistico in un “periodo di crisi”. Per di più nella via da cui molti piacentini si stanno pian piano allontanando. Coraggiose.

Disegnare è la nostra più grande passione e finché avremo un’idea e qualche matita porteremo avanti il nostro progetto. Siamo nate e cresciute in un periodo non troppo felice per chi fa dell’arte un vero e proprio lavoro, ma spesso i semi della rinascita si radicano proprio in “età di mezzo” come quella che stiamo attraversando. Qui in via Roma abbiamo trovato un ambiente ideale, al contrario di quanto si possa pensare: la contaminazione non fa altro che stimolare la fantasia, moltiplica le energie creative.

12717627_1097302916989291_7484752882666782562_nL’incontro non è scontro, quindi…

Assolutamente no. Noi non facciamo altro che cercare nuovi incontri: ogni scusa è buona per mettere il naso fuori dal laboratorio a caccia di personaggi da ritrarre, di idee da sviluppare, di nuovi amici. Non a caso abbiamo scelto di disegnare in vetrina e, sempre più spesso, per la strada.

 

12742374_1097301943656055_1123191402522851531_nDove possiamo trovare il vostro banchetto?

Di solito partecipiamo alle iniziative proposte dal Comune per riqualificare il centro storico: l’altro pomeriggio, per esempio, facevamo i ritratti “live” a chi passava per i Giardini Margherita. Poco tempo fa abbiamo decorato le vetrine dei negozi del centro per in occasione della “Notte blu” e i muri della Cooperativa Sociale “Il Germoglio”. Abbiamo partecipato al mercatino A-Mano, ai Venerdì Piacentini ed abbiamo ritratto un sacco di amici a quattro zampe per devolvere il ricavato all’associazione Arca di Noè. L’elenco si allunga se vi includiamo le incursioni fuoriporta.

1914466_1069538549765728_207153499425624274_nAvete studiato a Milano e Reggio Emilia, Piacenza vi sta stretta?

No dai. La Scuola di Comix di Reggio ci ha senza dubbio aperto la testa, ma in fondo non importa dove sei nel momento in cui disegni: quello che fa la differenza sono le esperienze che ti porti dentro e la predisposizione che hai a farne di nuove. Spesso e volentieri invitiamo qui artisti di grande spessore – Marina Marcolin, Elia Bonetti, Monica Barengo ed Evelyn Daviddi, per citarne alcuni – e chiediamo loro di tenere dei corsi d’illustrazione avanzati che, puntualmente, si trasformano in vere e proprie esplosioni creative.

13417600_1179543352098580_978128523436622133_nVoi insegnate? C’è speranza per tutti?

I corsi che teniamo noi due sono rivolti ai principianti, partiamo proprio dalle tecniche base. Quindi sì, c’è speranza per tutti. In questo periodo siamo parecchio impegnate in progetti individuali, dato che entrambe lavoriamo per delle case editrici, ma a settembre metteremo in mostra i frutti del corso conclusosi pochi mesi fa e ne faremo partire uno nuovo.

Chi fosse interessato a partecipare ad un percorso didattico, a commissionare un ritratto o semplicemente a conoscerle può contattarle mandando un messaggio su Facebook, chiamando il 3462358996 o, ancora meglio, andare a trovarle direttamente in laboratorio.

Foto di copertina: Matteo Virga.