Fino al 28 gennaio 2018 il Museo della Permanente ospita la mostra-spettacolo Chagall. Sogno di una notte d’estate.

La vita e le opere del pittore bielorusso Marc Chagall (1887-1985) vengono raccontate attraverso teatro, immagini e musiche (colonna sonora di Luca Longobardi) a partire dalla regia di Renato Gatto e Massimiliano Siccardi. L’obiettivo è di coinvolgere i visitatori travolgendoli ed emozionandoli.

Dodici le tappe del percorso espositivo che illustra il mondo onirico di Chagall: Vitebsk, villaggio natale di Chagall, La vita, La poesia, I collages, La guerra, Le vetrate, L’Opéra Garnier, Daphnis e Chloé, I mosaici, Il circo, Le illustrazioni per fiabe, La Bibbia.

Di origine ebraica, Marc Chagall, nato in un villaggio della Bielorussia che all’epoca faceva parte dell’Impero Russo, visse a San Pietroburgo e a Parigi, per poi trasferirsi negli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale e infine ritornare in Francia. La sua arte, che si ispira alla cultura popolare russa e a quella ebraica, ha frequenti rimandi a episodi biblici e, come i pittori fauves, si serve di colori vivaci e brillanti. Rimasto ai margini delle avanguardie artistiche europee, come cubismo e fauvismo, Chagall non riunuciò mai al suo stile unico, fiabesco e sognante.